Archivio della categoria: attualità

la galassia nera. rotte di legalità

Mercoledì 26 ottobre si è svolto il secondo appuntamento del progetto Rotte di legalità presso i locali dell’Università di Parma in vicolo Grossardi. L’incontro si è svolto intorno alla pubblicazione La Galassia Nera di Giovanni Baldini, membro dell’ANPI nazionale, riguardante il collegamento fra le associazioni di estrema destra italiane e i social network. 

[...]

continua

[...]

Hanno partecipato studenti dell’Unione degli universitari (UDU), membri di Libera Parma, dei sindacati CGIL, CISL e UIL e dell’ANPI Provinciale di Parma. L’incontro rientra nel progetto regionale dal titolo Rotte Antimafia di Libera Emilia-Romagna, con il contributo dei sindacati citati precedentemente, Legambiente, ANPI, ente antimafia Avviso Pubblico e ARCI Emilia-Romagna.


Il dialogo con Baldini è stato preceduto dagli interventi degli organizzatori, iniziando da Emilia Bennardo, referente di Libera, che ha spiegato il progetto principale. Dopo hanno parlato Lorenzo Tanchis, dell’UDU e i membri dei sindacati. Infine, è intervenuta Marzia Moreni, dell’ANPI Provinciale, che ha presentato il relatore e la ricerca che è poi stata al centro del dibattito.


Giovanni Baldini, informatico e analista di dati, conduce da anni una ricerca sull’estrema destra italiana, dalle associazioni, giovanili e non, fino ai gruppi sportivi e ai punti di ritrovo per i militanti. Il progetto Galassia Nera è nato da una mappatura della presenza delle organizzazioni di estrema destra attive su Facebook. Partendo da Casapound fino a realtà più piccole come il Primato Nazionale, giornale di riferimento per i militanti, e la Testa di Ferro o il Cutty Sark, una libreria e un pub usati come punti di ritrovo per i giovani. Al termine della ricerca, sono state individuate 4600 pagine online che sono state analizzate sia singolarmente che tramite le loro reti di relazione. Oltre alla presentazione dei dati riguardanti la presenza di questi movimenti sul web, Baldini ha spiegato i metodi comunicativi utilizzati dai militanti e le modalità di penetrazione verso altri soggetti più grandi e con più capacità di incisione sulla società. 


L’intervento è stato interessante e coinvolgente. Oltre agli organizzatori, sono intervenute diverse persone fra gli spettatori, ponendo domande e diversi spunti di riflessione sul lavoro di Baldini. Attraverso questo incontro siamo venute a conoscenza di nuove realtà, prima sconosciute, legate anche a partiti più grossi e con una più ampia risonanza a livello nazionale. Oltre a essere un argomento importante di cultura generale, si adatta bene ai nostri campi di studio (Servizi sociali e Giornalismo) dandoci altri spunti  di analisi oltre a quelli accademici e più improntati verso la realtà effettiva di questi movimenti.


Erica Bassi

Nicole Domina

Commenti disabilitati su la galassia nera. rotte di legalità

Archiviato in attualità, varie

decreto anti-rave

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D'ITALIA 

SUL DECRETO ANTI-RAVE L'ANPI ASSUMERÀ OGNI LEGITTIMA INIZIATIVA A TUTELA DELLA COSTITUZIONE 

L'ANPI non giudica i governi dalla loro composizione, ma dai loro atti. Il governo Meloni inizia con un atto allarmante. Il decreto legge cosiddetto anti-rave, approvato nella prima seduta del Consiglio dei Ministri, limita la libertà di manifestazione tutelata dall'art. 17 della Costituzione.  [...]

continua

[...]

Non si tratta solo di una disposizione punitiva, per di più in modo abnorme, della naturale propensione giovanile all'aggregazione in particolare attorno a raduni musicali, che si possono regolare senza ricorre a modifiche del Codice penale. Ci si riferisce genericamente a "raduni pericolosi per l'ordine pubblico o l'incolumità pubblica o la salute pubblica" tramite "invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati". Rientrerebbero così in questa fattispecie di reato il presidio di un'azienda, l'occupazione di una scuola o di una università, o forse addirittura un sit-in o un corteo o addirittura le manifestazioni di festa sportiva o di altra natura. Chi lo decide? Il commissario di polizia? Il questore? Il Prefetto? Lo stesso ministro dell'Interno? C'è una gravissima ed intollerabile ambiguità che può far emergere una propensione autoritaria del governo. L'ANPI è pronta assumere ogni iniziativa legittima a tutela della Costituzione e delle libertà dei cittadini, a cominciare dalla potenziale incostituzionalità del provvedimento in oggetto. 


Roma, 2 novembre 2022 

SEGRETERIA NAZIONALE ANPI 

Commenti disabilitati su decreto anti-rave

Archiviato in attualità, costituzione, varie

pace

Commenti disabilitati su pace

Archiviato in attualità, varie

la stampa: intervista presidente pagliarulo

Il testo integrale dell'intervista di oggi su La Stampa al Presidente nazionale ANPI.

Temi: Il Presidente del Senato e il 25 aprile, Gianfranco Fini e l'ANPI, Predappio

Commenti disabilitati su la stampa: intervista presidente pagliarulo

Archiviato in attualità, varie

“solo parole di circostanza sul fascismo”

"Da Meloni solo parole di circostanza sul fascismo"


Il Presidente nazionale ANPI intervistato dall'agenzia ANSA sul discorso di Giorgia Meloni alla Camera dei Deputati

"Nulla di nuovo al di là delle parole di circostanza. Nessuna definitiva condanna del fascismo. Le leggi razziali del 38 nascono da una visione razzista che Mussolini esplicita nel 1920 contro gli slavi e che ricorre verso gli africani negli anni del colonialismo. La critica ai "totalitarismi del 900" mette tutti nello stesso sacco, aggrediti ed aggressori. È un altro modo per annacquare le precise responsabilità del fascismo"

Commenti disabilitati su “solo parole di circostanza sul fascismo”

Archiviato in attualità, varie